Gaetano Di Domenico, nasce a Foggia l’11/2/1956;  vive a Torino dal 1962.

 Si avvicina alla  musica cantando in una corale di voci bianche (1967/70),

quindi prosegue studiando da autodidatta e prendendo parte a formazioni rock

e di musica leggera  suonando la chitarra-basso.

Inizia a suonare il Sassofono in banda nel  1973, per poi giungere  al jazz

studiando con  Carlo Actis Dato e con Roberto Regis.  Dall’incontro con il

sassofonista norvegese  Jan Garbarek (1994), trae l'ispirazione per dedicarsi

alla “cura” del suono, maturando l'idea filosofica che attribuisce alle frequenze

sonore la manifestazione dell'Universo in cui “Tutto scorre”, concetto oggi

sostenuto anche da  ricercatori nel campo della fisica e dell’ astrofisica.

Negli anni '80 si dedica a realizzazioni compositive  scrivendo alcuni temi

melodici  che il  M° Guido Donati, organista e pianista di notevole apertura in

ogni campo della musica, apprezza ed armonizza,  ed  inizia così un’ intensa ed

importante collaborazione creativa e concertistica tuttora in corso.

In duo (Donati, organo a canne e Di Domenico, sax soprano) oppure  in trio (con

l''aggiunta  di Dino Contenti al contrabbasso) vengono tenuti alcuni concerti in

tutt' Italia, per poi giungere, nel 1999, alla realizzazione del CD “Laudes and

Improvisation”, al quale prendono parte, oltre a Donati e Contenti, anche   altri

validi musicisti.  Dal 2005 coltiva   l'idea di realizzare un'opera collegando

musica, filosofia, natura e scienza, idea che si è concretizzata con l’ultimo

album,  “Pantarei” , composto da 15 brani uniti tra loro da  precise  correlazioni

e significati. Al progetto, oltre a Guido Donati, ha collaborato anche il

compositore torinese   Andrea Ravizza che ha curato  gli arrangiamenti.

Gaetano Di Domenico si occupa di Filosofia e Vera Scienza;  ha conseguito i

diplomi di Naturopatia ed  Erboristeria, è appassionato di escursioni e di 

fotografia;   ha pubblicato "Cittadino dei 3 mondi”   testo in tre volumi per le

edizioni  "ETI Impresa”.

Ha un proprio blog  gaedido.blogspot.com  su tematiche sociali, musicali e

filosofiche.

© Ass. Culturale  Artes Media Project - Via Maria Vittoria 5 - 10123 Torino

“Laudes and Improvvisation" 

è un album su CD realizzato nel 1999 in occasione dell'incontro con  l’organista

e pianista Guido Donati.

E’ un’opera che ha coinvolto altri vari  musicisti, ed è  rappresentata da diversi

stili compositivi e improvvisativi. Si basa  su un sorta di dialogo  dove ciascun

musicista espone agli altri uno  spunto melodico o ritmico, metaforicamente

descritto come  “un’idea musicale che tormenta ..e di cui ce ne si  libera   

attraverso un confronto, una discussione con gli altri musicisti. Domande,

risposte e dialoghi con il solo linguaggio musicale".

Gaetano Di Domenico

“-Un progetto basato sull’improvvisazione, che vede l’utilizzo  di strumenti

reali, sintetici e virtuali, a richiamare e rappresentare passato e futuro, quali

orizzonti privi di limiti e confini. Le sonorità invitano ad amplificare la

percezione dei 5 sensi nel:

-sentire  il profumo dei fiori

 -vedere i colori della natura

-udire  il suono interiore;

-gustare il sapore degli alimenti;

-toccare le profondità dell'essere,

sensazioni e percezioni  che apparentemente sembrano ovvie e scontate, ma

che di fatto rappresentano il pulsare della vita.

Con questa produzione del 2019, Gaetano Di Domenico vuole riassegnare alla

musica, “quale elemento serio e sacro, il ruolo e il potere di liberare e

ingentilire la profondità dell'animo degli ascoltatori, “collegati” alle  molecole

d’aria in movimento che “fisicamente organizzate”  diventano “melodie, accordi

e armonie” cioè musica.

photostoria Ispirazioni