Nicholas, maglia n.7

“Un ragazzo speciale, dotato di sana curiosità, una voglia di fare e di

mettersi in gioco impressionanti. Tante passioni, in particolare il calcio e la

magia. Con i suoi giochi di prestigio divertiva e intratteneva tutti.

Bellissimo, ma a questo non dava alcuna importanza, semplice, sincero,

parlava, comunicava e integrava le persone, scherzando sempre.

Usava tanto il telefonino per sentire, incontrare. Poteva chiamarti in

qualunque momento per sapere come stavi, per uscire e stare insieme.

Queste cose traspaiono da qualche  racconto,  dai tanti messaggi scolpiti

sulla sua pagina facebook di tantissime persone  che gli vogliono bene e

che hanno ispirato il testo della canzone. Sono arrivate così  parole  dove

non si possono trovare.  Nicholas ha lasciato  un ’esempio del vero vivere

e di se ha sempre detto che avrebbe voluto donare tutto e  altre vite

possono continuare o proseguire meglio.   La sua esistenza con un soffio è

volata via, ma il suo vivere continua nel  cuore di tantissimi.  Grazie

Nicholas, che fortuna averti incontrato quando eri qua.

-"ovvio",  "io sto tirando bene e il pallone che non va", "dai, dove andiamo" ,  "spiaggia sporting bar... boh"

erano modi suoi modi di dire o di scherzare. -Giocava nel San Lazzaro di Vicenza, con la maglia n.7 che oggi non è più presente nella squadra perchè a lui attribuita.
“Sopra un prato verde tutto è iniziato. Occhi azzurri, furbi e dolci. Generoso, ci facevi sentire importanti e ci insegnavi a volerci bene. Spiaggia, sporting bar...che ore sono... se scendi tardi io non ti aspetto e ci si vede all'allenamento. Non litigare, scherza e gli altri scherzeranno, tu lo dicevi e poi ridevi. Semplice e frettoloso, e un po' impacciato .. "dai, dove andiamo...giochiamo a risiko?" Tu amico presente e forse  io ti ho trascurato e con un soffio te ne sei andato. Ciao campione,  veramente non so da dove iniziare, da quel sorriso stampato in viso o dai tuoi trucchi di magia.. quante cose per vivere ancora,  vorrei tirarti giù.  Poi sull'asfalto tutto è cambiato ma io non voglio arrendermi alle lacrime che non vuoi. Ovvio, grande amico mago avevo in mente un sacco di cose da dirti. Ma adesso no, si è bloccato tutto come in una gabbia. Angelo senza ali stavi qua, "io sto tirando bene, è il pallone che non va!" Ciao amico mago, maglia numero sette per sempre Nicholas, non so bene dove sarai ma sono certo, giocherai con gli angeli. Ciao amico mago, ma che fortuna averti incontrato quando eri qua. Non so bene dove sarai, ma sono certo, sorriderai e ascolterai. Numero sette: ti chiami Nicholas. “