© Ass. Culturale  Artes Media Project - Via Maria Vittoria 5 - 10123 Torino

1 - Immotum variabile

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico) - dedicato a Gustavo Adolfo Rol

Questo è il primo brano, che introduce un'opera “intrigante” composta da

suoni, parole, frequenze, sensazioni, emozioni, suggerimenti, i cui

contenuti si ispirano al pensiero simbolico.

Il brano coglie anche l'idea espressa da Leonardo da Vinci, il quale

apostrofa la musica come  “Arte sublime, figurazione dell'invisibile”.

2 - Le soleil du matin  

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico) - dedicato a tutti i Popoli nativi

I Popoli cosiddetti nativi o naturali ben conoscono il potere emanato al

momento del sorgere del Sole, al quale si rivolgono con riconoscenza e

ringraziamento.

E’ il momento in cui la natura si risveglia ed ognuno  ha un'ulteriore 

occasione per migliorare le condizioni di vita propria e degli abitanti del 

pianeta.

3 - Yin Yang

(Gaetano Di Domenico)  - dedicato a Lucio Dalla

I due principi, femminile e maschile, la cui unione è all'origine della

manifestazione del Creato. Il tema musicale di questo brano, si intreccia

continuamente con altri “sentieri melodici”, provenienti da oriente e da

matrici musicali universali, favorendo l'unione di yin e yang, archetipi

complementari e non contrapposti.

4 - Panta rei (Tutto scorre)

(Gaetano Di Domenico / Guido Donati e Gaetano Di Domenico)

-dedicato a tutte le persone conosciute nel passato e che incontrerò nel

futuro

Siamo alla ciclicità del tempo cosmico (non quello limitante utilizzato dai

nostri orologi e calendari). Il suono introduttivo si propaga da un

altoparlante all'altro, ciclicamente in forma di spirale (seguendo il rapporto

aureo della sequenza di Fibonacci). Seguono l'esposizione del tema ed una

colorata improvvisazione del sax soprano. Nel finale, il testo chiude sullo

sfondo del contrabbasso e dell’ organo a canne:

Le parole e le gesta del passato sono attuali nel presente come nel futuro.

Il vero tesoro che ogni individuo è sollecitato a cercare, sta nel

conoscere, rafforzare ed elevare il proprio carattere, il proprio Io.

La Conoscenza di se stessi rende attuale il passato e porta a comprendere il

futuro uniti in un unico tempo in cui tutto scorre”.

5 - Ut

(Gaetano Di Domenico)

dedicato agli Autonomi → Artisti → Alchimisti

 

La prima nota del sistema temperato occidentale, poi chiamata DO, che è

l’unica nota suonata in questo brano, che espone un tema a frequenze

differenti e salti di ottave  utilizzando vari strumenti ciò a rappresentare la

ricerca della frequenza su cui sintonizzarci.

6 - Ut queant laxis

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico)  - dedicato ai detentori del Potere

Una realizzazione originale moderna, basata su intrecci di notevole impatto

sonoro. Viene intercalato il famoso motivo gregoriano, che ha fornito a

Guido d'Arezzo l'ispirazione da cui ha tratto i nomi delle 6 note (UT, RE,

MI, FA, SOL, LA ( la settima nota, SI, fu aggiunta in seguito).  Un gioco

sonoro basato su contrasti che rappresentano  culture e stilemi musicali

differenti,  soltanto apparentemente a noi  lontani.

 

7 - Gregoriano oggi

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico) - dedicato ai cultori del bel canto

Un tema moderno che viene riportato al passato, ripensato con la forma del

canto gregoriano.  L'improvvisazione di una linea corale incontra il ritmo

della Bossa Nova.

8 - Supernova

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico)  - dedicato a Tutti i Musicisti ed

Artisti

La musica vuole rappresentare curiosità, entusiasmo e stupore,

“registrato” durante un ipotetico incontro, “alla vista di una  “Supernova”.

9 - Armonici

(Gaetano Di Domenico)  -dedicato a Nikola Tesla ed ai veri Scienziati

In ogni attimo avviene un cambiamento di stato, ove le cellule

dell'organismo non sono più le stesse. L'introduzione libera del

contrabbasso, parte dopo il tocco di un diapason in RE, udibile più volte

durante l'esecuzione del brano. Ogni nostra azione dà corso ad un

cambiamento, rispetto “a ciò che era prima” , in base alle leggi del “tutto

scorre” e “tutto si trasforma”. Leggi insite nell’'universo e in ciascuno di

noi.

10 - Madre terra

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico) - dedicato a Lucio Battisti

La Madre terra è nutrice di ogni essere vivente sul pianeta, costituito

contemporaneamente da  materia ed energia.

Secondo alcuni ricercatori/filosofi, la materia è  energia che dopo cicli di

fluttuazioni si condensa stabilizzandosi.

 

11 - Balaton

 (Guido Donati e Gaetano Di Domenico)  -  Dedicato “alla mia Famiglia”

Un lago dell’Est. Lo scroscio continuo dell’acqua rappresenta la vita che

scorre in base a ciclicità ancora poco risapute.

Lontano e vicino, senza distinzioni, vi sono persone che soffrono, che

piangono, che amano, che sperano in un futuro migliore. E coloro che

cercano, trovano… 

12 - Stato naturale

(Gaetano Di Domenico) -  dedicato al riavvicinamento dell'Umanità alla

Natura.

Ogni Essere vivente e senziente è soggetto alle Leggi della Natura.

Ogni Essere vivente e senziente gode di buona salute quanto più si

appropria e vive in base alle leggi della natura stessa.

Perché la Natura sa esattamente cosa, quando e perché fornire ciò che è

utile.

13 - Io sono allegro

(Guido Donati e Gaetano Di Domenico) - dedicato alla Buona Sorte per

chiunque

Il brano  si appropria di emozioni, creatività ed immagini.

Allegria e Gioia per vivere in armonia e con più determinazione, nonostante

le difficoltà e le sofferenze.

14 - Modern dream

(Dino Contenti, Claudio Fiore, Guido Donati e Gaetano Di Domenico)

-dedicato ai sognatori, ai visionari e agli utopisti di ogni epoca.

Un augurio per chiunque per un  sogno teso alla felicità e alla libertà.

15 – Veni creator spiritus

(Guido Donati) -  dedicato a Guido e Andrea, preziosi musicisti

Scorre la dimensione nascosta ai nostri sensi, ma bensì presente, e che

possiamo percepire attraverso  visioni, emozioni, creatività, fluidità e  sesto

senso. Il brano è una libera esecuzione di Guido Donati su una tastiera

elettronica “catturata” all’istante durante gli incontri di preparazione del

progetto “Pantarei”.